Associazione Arma Aeronautica Sezione Roma 2 Luigi Broglio

Presentazione dello Studio

"La Corsa verso Nuovi Mondi"

Casa dell'Aviatore - Viale dell'Università, 20 - 00185 Roma

15 Ottobre 2020 - H 15:00

Il Lunar Orbiter Platform – Gateway, con la navicella spaziale  Orion in avvicinamento

 

La storia dell’umanità è caratterizzata dall'inarrestabile spinta dell’uomo verso la scoperta di nuove strade per raggiungere nuove Terre che gli consentano di espandersi. Giova ricordare che quando nel 1492 Cristoforo Colombo raggiunse il continente americano, ha avuto inizio un notevolissimo flusso migratorio, inizialmente dall'Europa, verso quello che era denominato il “Nuovo Mondo”. Oggi non ci sono più nuovi mondi da scoprire sulla Terra e si può adottare la denominazione di “Vecchio Mondo” all'intero nostro pianeta, anche perché, grazie ai risultati raggiunti dal progresso scientifico nella conoscenza dell’universo, a partire dai pianeti del nostro sistema solare fino alla individuazione di pianeti attorno ad altre stelle, lo spazio si pone come un immenso oceano vuoto da solcare con astronavi verso “Nuovi Mondi”. Il primo di questi mondi è stato la Luna, dagli astronauti del programma Apollo, altri componenti del sistema solare (pianeti, satelliti, asteroidi, comete) sono stati esplorati da sonde robotiche in orbita attorno ad essi o discese sulla loro superficie. La scoperta nel nostro sistema solare di sostanze di interesse economico per il nostro pianeta, ha portato alla definizione di programmi di sfruttamento di tali risorse da parte delle più importanti Agenzie Spaziali.  Per la fornitura di servizi si sta osservando un crescente interesse da parte di aziende private come è già avvenuto per i numerosi satelliti in orbita attorno alla Terra.  Alcune  di queste hanno già definito programmi ed iniziato gli sviluppi e le sperimentazioni per il loro perseguimento.

Va inoltre considerato che la significativa crescita della popolazione mondiale è accompagnata dalla diminuzione della risorse disponibili. Aggiungendo gli effetti dei cambiamenti climatici ed il riscaldamento dell’ambiente terrestre si presenteranno in un lontano futuro seri ostacoli alla vita umana.

Di conseguenza, l’espansione dell’uomo nell'universo è già iniziata ed il Sistema Solare ne rappresenta i primi passi, a partire dagli obiettivi più vicini ed interessanti (la Luna e Marte) per proseguire, in una prospettiva di più lungo termine, verso altri corpi celesti quali satelliti di pianeti giganti (Giove e Saturno) ed asteroidi.

Ovviamente l’interesse dell’uomo è rivolto anche ad obiettivi più sfidanti perché non ancora alla portata delle conoscenze e delle tecnologie attuali: gli Esopianeti in orbita attorno ad altre stelle. Ne sono stati scoperti alcune migliaia, ma l’interesse dell’uomo è focalizzato verso le possibili “Nuove Terre” aventi caratteristiche comparabili a quelle della nostra Terra. Allora, mentre la ricerca e la tecnologia sono attualmente impegnate nella ideazione e realizzazione di strumentazione sempre più sofisticata per identificare altri esopianeti ed analizzarne le caratteristiche, è compito sfidante della ricerca scientifica trovare le “strade” per raggiungerli, cosa che rappresenta l’attuale limitazione all'espansione dell’umanità nell'Universo.

Il gruppo di lavoro “La corsa verso Nuovi Mondi”, che ha visto la partecipazione di autorevoli esperti nei vari argomenti trattati, ha effettuato un’accurata analisi delle problematiche sopra esposte dai punti di vista programmatico, scientifico, sistemico e tecnologico. Il risultato è contenuto nei 24 capitoli del rapporto suddivisi in: La premessa, Le destinazioni, Problematiche e requisiti, Tecnologie e sistemi, Aspetti legali ed imprenditoriali, Considerazioni conclusive.

Gen. BA (r ) Alberto Traballesi & Ing. Roberto Somma

 

Locandina

Invito

Programma

Modulo di Iscrizione