Associazione Arma Aeronautica Sezione Roma 2 Luigi Broglio

FONTE: AIRPRESSONLINE TRATTO DA LA VERITA’,  DI STEFANO PIOPPI,  06/11/2020 Il rilancio economico del Paese passa anche dallo Spazio. La settimana si è aperta con il ventesimo anniversario di presenza umana a bordo della Stazione spaziale internazionale (Iss), l’avamporto a 400 chilometri dalla superficie terrestre. In due decenni si sono susseguiti 241 astronauti, tra cui cinque italiani, accompagnati da ben 73 esperimenti dell’Asi. La Penisola ha fornito un contributo rilevante, dai primi moduli logistici alla realizzazione (con Thales Alenia Space) di circa il 40% della parte abitabile della stazione. In vent’anni si è rivelata “un laboratorio unico e indispensabile per lo sviluppo del settore spaziale a livello mondiale – ha detto il sottosegretario Riccardo Fraccaro – grazie al quale sarà possibile costruire la stazione cislunare e raggiungere le prossime tappe dell’esplorazione umana dello Spazio”. Obiettivo Luna, dove l’Italia “grazie all’esperienza acquisita sulla Iss può giocare un ruolo da leader”, ha spiegato il presidente dell’Asi Giorgio Saccoccia…….. To read the full article click here
Source: Breaking Defense, by   MARK GUNZINGERon November 02, 2020 Some defense experts think that low-cost, “attritable” unmanned aerial vehicles (UAVs) now in development can substitute for significant numbers of advanced manned military aircraft. Use these cheaper aircraft and you don’t have buy as many F-35A fighters, B-21 bombers and other stealth aircraft. Nothing is further from the truth. The Air Force needs a mix of next-generation drones, including attritable systems, and a large force of 5th generation aircraft that can team to achieve decisive effects in future battlespaces……. To read the full article click here
Fonte: Startmag, di Chiara Rossi, 5 dicembre 2020. Sia la britannica Bae Systems (appaltatore del programma Tempest) sia le statunitensi Boeing e Lockheed Martin hanno manifestato interesse per partecipare allo sviluppo del caccia di prossima generazione giapponese Bae Systems punta a salire a bordo del nuovo caccia stealth giapponese, al momento noto come F-X. Il Giappone è alla ricerca infatti di un partner straniero per sviluppare il suo nuovo caccia di sesta generazione. La scorsa settimana il ministero della Difesa giapponese ha annunciato Mitsubishi Heavy Industries come prime contractor. I media locali riferiscono che il ministro della Difesa Nobuo Kishi ha dichiarato che il paese selezionerà un partner estero entro la fine di quest’anno per la collaborazione sulla tecnologia aeronautica. Con la tecnologia stealth come area di interesse……. To read the full article click here
Fonte: Formiche.net, di Stefano Pioppi | 18/11/2020 Nello schema di legge di Bilancio c’è (finalmente) uno strumento pluriennale di finanziamento per la Difesa. Lo ha spiegato il ministro Guerini alle commissioni di Senato e Camera (insieme a dettagli su Tempest e G2G). Servirà per dare certezza a Forze armate e industria, per contribuire al rilancio del Paese e per aumentare la credibilità a Bruxelles e Washington Modernizzare le Forze armate per affrontare scenari sempre più complessi, sostenere l’industria nazionale per il rilancio del Paese e presentarsi con maggiore credibilità tra Nato, Unione europea e rapporti con i principali partner (Stati Uniti in primis). Servirà a questo il nuovo strumento pluriennale della Difesa, spiegato oggi dal ministro Lorenzo Guerinidurante l’audizione di fronte alle Commissioni Difesa di Senato e Camera per illustrare il Documento programmatico pluriennale 2020-2022, inviato al Parlamento poche settimane fa. To read the full article click here